Biscotti di Natale: omini di pan di zenzero

cookies-christmas-xmas-baking

“Poi…se c’è posto anche il camion dei pompieri!”

Un profumo di biscotti di Natale omini di pan di zenzero si diffondeva in cucina mentre Marta risciacquava le ciotole per riporle in lavastoviglie.

“Se chiedi troppi regali Babbo Natale dovrà lasciare qualcosa a terra, non c’è abbastanza posto sulla slitta”

Filippo, ricurvo sul tavolo della cucina quasi spalmato sulla letterina per Babbo Natale fermò la penna che si era incastrata tra la i e la e di “pompieri” assorto nel pensiero che la mamma gli aveva indotto in testa.

“Ma non importa, può portarmeli anche un altro giorno, tanto l’indirizzo ormai lo conosce e noi non ci spostiamo di casa”

Essere selettivi non è una caratteristica acquisita all’età di 6 anni.

Marta trattenne un sorriso di fronte all’impudenza di Filippo, intento a far restare la lista in un unico foglio per non sembrare esoso nei confronti di Babbo Natale. Noblesse oblige. Mentre controllava la cottura in forno dei biscotti di Natale a forma di omini di pan di zenzero lo scoprì con gli occhi rivolti al soffitto con aria pensierosa.

“No, perché se gli lasciamo i biscotti e il latte lui si ricorda di me, la mamma di Giacomo tanto i biscotti non glieli fa e lui vuole la spada laser di Guerre Stellari e ha poche stelline sul diario della maestra, io di più”.

La giustizia sociale dei seienni prese Marta alla sprovvista quando il timer suonò l’ora di sfornare i biscotti. Aprì il forno estraendo la teglia mentre Filippo che si era scaraventato giù dalla sedia per vedere i suoi omini di pan di zenzero ora le premeva sul ventre al grido di “Mamma mamma fammeli vedere!”.

La teglia cadde sul pavimento, decapitando e mutilando buona parte degli omini di pan di zenzero. Filippo si abbandonò ad un pianto lancinante.

“Buono Filippo, guarda, qualche omino si è salvato. Babbo Natale si ricorderà di te, stai tranquillo”

Marta lo abbracciava cercando di lenire il dolore furibondo di un sogno appena infranto.

“Non ti preoccupare, te lo dice mamma, Babbo Natale non si arrabbierà”.

Con occhi rossi e naso gocciolante Filippo alzò gli occhi dal seno di Marta e con un filo di voce ancora rotta dalla tragedia

“Ma…ma…mamma, ma a Giacomo la porterà la spada laser?”

Disuguaglianze al profumo di pan di zenzero.

Ricetta dei biscotti di Natale omini di pan di zenzero

Ingredienti per ca. 20 biscotti

    • 350 gr farina 00
    • 150 gr zucchero semolato
    • 150 gr burro
    • 150 gr miele
    • 1 uovo
    • 1 cucchiaino di bicarbonato
    • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
    • 1 cucchiaino di cannella in polvere
    • noce moscata in polvere q.b.
    • 1/4 cucchiaino di chiodi di garofano macinati
    • sale q.b.
    • 200 gr di zucchero a velo
    • 1 albume
    • coloranti alimentari

In un recipiente setacciare la farina, le spezie in polvere, il bicarbonato e il sale. In un’altra ciotola amalgamare il burro con lo zucchero, l’uovo ed alla fine il miele: a poco a poco unite la farina con le spezie. Ottenuto un composto omogeneo formate una palla e fatela riposare in frigorifero per un paio di ore nella pellicola per alimenti.

Stendete la pasta col mattarello fino a formare una sfoglia di 5 mm di altezza e ritagliare i biscotti con le formine. Infornateli in forno preriscaldato a 180 °C per circa 8-10 minuti, una volta sfornati (attenti a non fari cadere come Filippo) fateli raffreddare su una griglia per torte.

Per la glassa sbattete a neve ferma l’albume, quindi incorporate poco alla volta lo zucchero a velo. Mescolate la glassa col colorante alimentare e con una sac a poche decorate i vostri omini di pan di zenzero.

Lascia un commento