Che ci beviamo con i funghi

funghiE’ iniziata la stagione dei funghi, che ai tempi dell’antica Roma  si pensava che fossero generati tra i boschi e i prati dai fulmini nel momento stesso in cui colpivano il terreno. Ma che vino ci abbiniamo? Gli odori dei funghi possono rimandare a farina macinata, frutta, radice, anice e molto altro. Al sapore sono dolciastri, amari, hanno sentori piccanti e pepati, ma sono anche aciduli. Quando si abbiano i funghi al vino si deve considerare la loro aromaticità prevalente, che può accentuarsi a seconda del clima in cui crescono. Solitamente al gusto sono sapidi e a tendenza dolce e quindi bisogna abbinare vini che possono competere con queste componenti. L’elemento caratterizzante dei funghi è l’aromaticità e il vino deve poter reggere questa caratteristica non semplice per l’abbinamento. Ovviamente, come per qualsiasi piatto, è fondamentale il tipo di cottura e la tipologia di pietanza che si vuole preparare. Più il piatto è strutturato più il vino deve essere importante. Con i risotti con mantecature notevoli si può bere uno spumante, con le fettuccine un bianco come lo chardonnay. Ricordate: i funghi non vanno cotti troppo,  perché con il calore vengono metabolizzati gli aromi e perdono via via l’aromaticità.

Lascia un commento