Dalle noci

noce

Già ai tempi dei Romani si consumava il nocino. La tradizione vuole che si deve ottenere da 23 noci acerbe raccolte la notte tra il 23 e il 24 giugno, la notte delle streghe secondo alcuni, la notte di san Giovanni secondo altri. Oltre alle noci, servono un litro di alcol puro, 200 ml di acqua, zucchero e qualche spezia come la cannella, i chiodi di garofano, il limone. Insomma, quello che più vi piace e nelle dosi che preferite. Tagliate le noci e ponete tutti gli ingredienti, tranne l’acqua e lo zucchero, a macerare in un posto soleggiato. Dopo 40 giorni togliete le noci e le varie spezie, preparate uno sciroppo di acqua e zucchero e aggiungetelo al liquido. Passata qualche settimana e certi che lo zucchero si sia pressoché sciolto, imbottigliatelo e lasciatelo riposare fino a Natale. Altra cosa è il nociato. Trascorsi i 40 giorni di macerazione nell’alcol, le noci non buttatele ma riponetele in un altro recipiente insieme a del vino bianco, cercando di eliminare le spezie. Lasciatelo macerare al sole e dopo 30 giorni filtratelo e imbottigliatelo: potrete berlo come un aperitivo.

 

Lascia un commento